Installazione e Manutenzione

Breve guida all'installazione dei nostri prodotti, alla loro manutenzione e al trattamento dell'acqua

Installazione all'interno o su una terrazza

Sia che vogliate installare una mini piscina o vasca idromassaggio all'interno sia che la vogliate mettere all'esterno su una terrazza, dovete prima verificare che il pavimento della superficie su cui intendete posizionarla sia in grado di sostenerne il peso. Occorre che il pavimento sia capace di reggere un peso di 500 kg per metro quadro per essere in completa sicurezza. Per riempire e svuotare la vasca non è necessario predisporre delle tubature ad hoc. Un comune tubo flessibile da giardino è sufficiente per riempire le nostre vasche idromassaggio da esterno. Per quanto riguarda lo scarico dell'acqua, tutti i nostri prodotti sono dotati di un collegamento che può essere allacciato in modo stabile a una valvola (nel caso dell'installazione in un bagno) oppure collegato a un tubo flessibile. In ogni caso bisogna tenere conto della necessità di una minima pendenza, per far sì che l'acqua possa uscire. Se non è possibile ottenere questa pendenza occorre predisporre una pompa per aspirare l'acqua. Per quanto riguarda la pavimentazione su cui la vasca viene posizionata, l'ideale è porre al di sopra di essa delle griglie per la raccolta dell'acqua che fuoriesce dalla vasca durante il normale utilizzo o quando le persone escono. Per motivi di sicurezza è invece opportuno fare in modo che attorno alla vasca il pavimento sia in qualche modo reso anti-scivolo.
Se la minipiscina viene installata al chiuso, bisogna assicurarsi che l'ambiente sia abbastanza arieggiato, e, ne non lo è, dotarsi di un deumidificatore che preservi mobili e intonaci dall'azione dell'umidità.

 

Installazione all'esterno

L'installazione all'esterno non presenta particolari differenze rispetto a quella in interno o su una terrazza. Di nuovo è necessario verificare la capacità del pavimento di sostenere il peso della vasca idromassaggio. Per rendere più stabile la vostra piscina idromassaggio da esterno può essere utile costruire una soletta in cemento.

Installazione ad incasso

Tutte le nostre vasche idromassaggio e mini piscine spa sono imballate e consegnate su un bancale e possono quindi essere comodamente spostate utilizzando un carrello o un piccolo transpallet. Per spostare e installare a casa vostra i nostri prodotti dovrete procurarvi l'attrezzatura necessaria e un numero di persone sufficiente. Due dei nostri modelli, Iberia e Sant'Andreas, hanno una larghezza di soli 85 centimetri e quindi possono tranquillamente passare attraverso le porte.

 

Installazione ad incasso

Nel caso in cui si voglia effettuare questo tipo di installazione è necessario tenere a mente alcuni accorgimenti. Innanzitutto non vanno rimossi i pannelli laterali, i quali hanno una importante funzione per la sicurezza e risparmio energetico e rumorosità. Inoltre intorno alla minipiscina spa deve essere mantenuto uno spazio tale da poter aprire i pannelli laterali ed eseguire le manutenzioni. Quindi il pavimento intorno alla mini piscina deve essere rimovibile per una distanza di almeno un metro.

Allacciamento alla rete elettrica

Quando si parla di elettricità, è sempre d'obbligo non affidarsi al fai da te. Per allacciare alla rete elettrica le nostre vasche idromassaggio dovete contattare un elettricista qualificato. Quest'ultimo dovrà seguire le istruzioni incluse nel manuale che accompagna ciascuno dei nostri prodotti, e seguire gli schemi che possono essere trovati nel vano elettrico. Dovrà inoltre rispettare le norme italiane in materia di sicurezza degli allacciamenti elettrici.

 

Manutenzione

Tutte le nostre mini piscine e vasche idromassaggio sono state progettate e realizzate per far sì che la loro manutenzione sia più semplice e meno impegnativa possibile. Tuttavia è bene rispettare alcune regole, che sono in grado di assicurare una vita più lunga ai nostri prodotti. Prima di tutto, nella pulizia delle superfici della vasca vanno utilizzati solo prodotti specifici per vasche e piscine idromassaggio. Questo vale anche per quanto riguarda l'operazione di addolcimento dell'acqua, qualora si abbia a disposizione solo acqua dura. Le vasche con idromassaggio richiedono l'utilizzo di sostanze particolari, che non rischino di intaccare i meccanismi.

Un pericolo per il mantenimento in salute della vostra vasca può essere costituito dal calcare. Ecco perché bisogna cercare di evitare l'utilizzo di acqua molto calcarea. Un altro pericolo è costituito dai momenti di lunga inattività, specialmente d'inverno, e dalla normale usura. E' per questo che una volta all'anno è bene far visionare la vostra mini piscina o vasca idromassaggio da un tecnico, che possa verificare la presenza di eventuali perdite, sostituire le guarnizioni usurate e in generale fare tutte quelle piccole operazioni che assicurano un funzionamento ottimale. Un piccolo malfunzionamento non visto infatti può provocare danni maggiori.

Per quanto riguarda le piscine idromassaggio da esterno, è sempre preferibile coprirle quando non vengono utilizzate. D'inverno poi occorre preservare la vasca contro il gelo, facendo uscire tutta l'acqua presente nelle tubature interne.

Trattamento dell'acqua

Tutte le nostre mini piscine e vasche idromassaggio sono dotate di un sistema per il filtraggio e la pulizia dell'acqua, che fa in modo che l'acqua sia sempre limpida. I filtri sono “a cartuccia” e raccolgono la sporcizia che cade nell'acqua tramite dei filtri di carta o tessuto. Questi filtri vanno puliti almeno una volta al mese, per evitare che si intasino. Per aiutarli ulteriormente sarebbe bene cambiare spesso l'acqua della vasca e fare una breve doccia prima di entrare, ma possibilmente evitando di utilizzare saponi, che possono accumularsi nell'acqua. Per quanto riguarda il trattamento chimico dell'acqua per la sua disinfezione, occorre prima di tutto verificarne il pH. A questo scopo esistono in commercio dei piccoli attrezzi elettronici oppure le più classiche cartine. La misurazione del pH si svolge su una scala che va da 0 a 14, con 7 come valore neutro e 7.5 come valore ideale per far sì che l'acqua non bruci agli occhi. Un'alterazione nel pH può rendere inefficaci i prodotti per la disinfezione, ed è quindi necessario dotarsi di prodotti che siano in grado di correggere questo fattore. La disinfezione può essere effettuata tramite sostanze con il bromino o l'ossigeno attivo. E' importante rispettare sempre le quantità e i tempi indicati nella confezione di ciascun prodotto. La disinfezione è indispensabile per evitare che i microorganismi che normalmente entrano nell'acqua (attraverso i corpi delle persone, ma anche con la semplice esposizione all'aria) possano proliferare. Per verificare il corretto funzionamento di queste sostanze e quindi la corretta disinfezione si può ricorrere a dei semplici analizzatori dell'acqua domestici. Qualora si formasse della schiuma, che di certo intacca la limpidezza dell'acqua della vostra piscina spa, potrete eliminarla con dei prodotti appositi. La schiuma non è indice di un malfunzionamento della vasca o dei prodotti per la disinfezione, ma solitamente è provocata dai cosmetici che si trovano sulla pelle e dal semplice sporco.

Un altro importante trattamento per l'acqua della vostra mini piscina è quello che riguarda la sua durezza. Un'acqua troppo dura (e cioè contenente delle sostanze in grado di formare delle calcificazioni) può danneggiare i meccanismi dell'idromassaggio e le tubature. L'utilizzo di prodotti appositi rende l'acqua più dolce e quindi più sicura per la vostra piscina.